GLI ONOMASTICI DELLA SETTIMANA PER GLI ALLIEVI DEL 19° CORSO

NOME

DATA

ALLIEVI

SIGNIFICATO

Maurizio

Mauro

15/1

Lauro - Rapisarda

Significato: abitante della Mauritania. Origine: latina. Corrispondenze: Segno Zodiacale del Capricorno. Numero portafortuna: 7. Colore: viola. Pietra: acquamarina. Metallo: mercurio.
E' molto diffuso in tutta Italia, assieme a Maurilio e Maurizio. Nella tipologia principale si rifà al soprannome latino Maurus, diffuso soprattutto dal culto di s. Mauro abate, discepolo di s. Benedetto da Norcia. La variante Maurilio, anch'essa di origine latina, si rifà al culto dell'eremita benedettino Mauro arcivescovo di Rouen, dell'XI secolo. Anche Maurizio ha la stessa origine e si è diffuso per il culto di s. Mauro martire sotto Massimiano nel III secolo, assieme a seimila soldati cristiani, nella città di Agaunum, che divenne successivamente, nel ricordo della strage, Saint Moritz. Tra i personaggi celebri il ministro francese Talleyrand, il pittore Utrillo, il musicista Ravel (1875-1937), lo chansonnier Chevalier.

Mauro è tutto tranne che un uomo semplice. Portato per i sofismi, i giochi dell'intelletto, l'analisi, la complessità dei sentimenti, Mauro non riesce a non complicarsi la vita. Per lui nulla è palese a portata di mano, facile. Lancia sfide soprattutto a se stesso e, se ottiene il successo, non ha raggiunto comunque lo scopo, la tranquillità. Ci deve essere dell'altro, qualcosa per cui tornare ad arrovellarsi. Chi oserebbe stare accanto ad un uomo così complicato? Se non fosse per il suo straordinario ascendente, vivrebbe nella solitudine più cupa.

Marcello

16/1

Ingrosso - Pirotti

Significato: consacrato a Marte. Origine: latina. Corrispondenze: Segno Zodiacale del Capricorno. Numero portafortuna: 7. Colore: arancio. Pietra: berillo. Metallo: rame .
Il nome è di ampia diffusione in tutta Italia, anche nella forma alterata Marcellino e in quelle abbreviate Cellino e Celino. La forma Marcelliano continua il soprannome latino di età imperiale derivato da Marcellus. Il nome Marcello risale all'antico gentilizio romano derivato come diminutivo dal prenome Marcus, divenuto in italiano Marco. Fu il nome di due papi e di Marco Claudio Marcello, nipote di Augusto, che fece costruire in suo onore il famoso teatro dopo la vittoria su Annibale. Si è diffuso anche per il culto di s. Marcello I papa e martire sotto Massenzio, di s. Marcelliano, martire a Roma sulla via Ardeatina sotto Diocleziano e di una s. Marcella vedova, morta a Roma, festeggiata il 31 gennaio. Si ricordano inoltre il giurista Ulpio Marcello; lo scrittore francese dell'Ottocento Proust; il pittore cubista francese Duchamp; il regista cinematografico francese Carnè; l'umorista e scrittore Marchesi; l'attore Mastroianni.

E' intuitivo e ipersensibile, e alla sua estrema lucidità si deve un senso di ansietà e di angoscia che lo accompagna per tutta la vita. Al mondo delle azioni preferisce quello delle idee, agli amori semplici e fedeli quelli passionali e contorti. Con i suoi familiari e amici si mostra sempre premuroso e fedele.

Mario

19/1

Altomare – Bartolini – Franci – Gelato – Maggiorana – Mascolo – Paese - Pirrò

Significato: forte, virile. Origine: latina. Corrispondenze: Segno Zodiacale della Bilancia.
Numero portafortuna: 7. Colore: verde. Pietra: smeraldo. Metallo: argento.
E' al quarto posto per diffusione tra i nomi maschili in Italia ed è presente anche nelle varianti Marietto, Mariuccio e nel diminutivo Mariolino, comune soprattutto in Sardegna.

Il nome non è, come si crede comunemente, il maschile di Maria, ma riprende l'antico gentilizio romano Marìus, derivato già dall'etrusco maru, titolo di alti sacerdoti; da Marius deriva la forma patronimica Mariano, diffusa in tutta Italia per il culto di numerosi santi ma soprattutto per la devozione di Maria, di cui il culto è detto appunto'mariano'. La sua diffusione è iniziata a partire dal Rinascimento per la ripresa del nome del politico e militare romano, generale e console, avversario dell'aristocratico Silla, morto nell'86 a. C. e considerato un difensore del popolo e della democrazia. In ambienti cristiani è venerato s. Mario di origine persiana, martire a Roma nel 270 durante le persecuzioni. Tra i personaggi famosi del Novecento si ricordano i pittori Mafai, Sironi, Schifano; gli scrittori Tobino e Pomilio; i tenori Lanza e Del Monaco; lo scrittore e regista Soldati; i registi Camerini e Monicelli.

Mario è un uomo equilibrato nel corpo e nello spirito, nel carattere e nel cuore. Orgoglioso delle fattezze del proprio corpo, Mario mette tutto il suo impegno e la sua cura per conservare il suo fisico in salute e per coltivarne la forza. Questo suo amore per se stesso lo rende un uomo possente e deciso al quale rivolgersi per chiedere sicurezza.