GLI ONOMASTICI DELLA SETTIMANA PER GLI ALLIEVI DEL 19° CORSO

NOME

DATA

ALLIEVI

SIGNIFICATO

Calogero

18/6

Sciascia

Significato: bel vecchio, di buona vecchiaia; Origine: greca; Segno Zodiacale del Capricorno; Numero portafortuna: 4; Colore: azzurro. Pietra: zaffiro; Metallo: mercurio.
Il nome è quasi totalmente accentrato in Sicilia, soprattutto nella zona di Agrigento: l'uso così esteso è insorto per il culto di s. C., eremita bizantino che visse nel VI secolo sul monte Gennaro presso Sciacca, dove ben il dieci per cento degli abitanti di sesso maschile porta questo nome. Per tradizione popolare s. C. è invocato per liberare gli indemoniati. Il nome greco era un appellativo, con significato anche reverenziale, attribuito agli eremiti e ai monaci bizantini di rito ortodosso, anche nell'Italia meridionale.

 E' un vigoroso combattente e per la natura, che ama sopra ogni cosa, sarebbe disposto a lottare per tutta la vita. Rispettoso delle tradizioni, mostra sorprendenti capacità di comunicazione con gli altri.

Luigi - Gino

21/6

Balice – Carapella –De Gregorio – Lorio - Ricci

Significato: glorioso combattente; Origine: germanica; Segno Zodiacale della Vergine; Numero portafortuna: 4; Colore: marrone;
Pietra: rubino Metallo: zinco
Si tratta di uno dei nomi più diffusi in Italia, in particolar modo al maschile. Al femminile, invece, è meno usato ed è per lo più presente al Nord. Numerosi sono i suoi alterati, come Luigino, Gigi, Gigetto, Gigino e i nomi doppi come Luigi Antonio e Luigi Filippo. Il più diffuso tra i suoi alterati è Gino, che può essere anche il diminutivo di altri nomi, quali Biagio, Eligio, Giorgio, Angelo, Giovanni, ma che è presente fin dal Medioevo e ha avuto una nuova diffusione grazie al ciclista Bartali e all'attrice Lollobrigida. All'origine del nome L. è il francone Hlodowig, da cui derivano anche Aloisio, Clodoveo, Lodovico. Ma Luigi, pur nascendo dalla stessa base, riprende più direttamente il francese antico Loois, diventato poi Louis. La diffusione del nome è avvenuta grazie al culto di vari santi, come s. L IX re di Francia, morto nel 1270, mentre partecipava alla ottava Crociata, e soprattutto s. L. Gonzaga, gesuita, morto di peste a 23 anni nel 1591. Luigi è il nome di ben diciotto re di Francia, tra cui L XIV detto il re "Sole" (1638-1715), nativo del segno della Segno Zodiacale della Vergine e uno dei sovrani che hanno regnato di più in assoluto. Tra gli altri personaggi noti si ricordano tre re dei Franchi di nome Clodoveo; il poeta del Quattrocento Pulci; i musicisti Boccherini (1743-1805) e Cherubini (1760-1842); geniale inventore della scrittura per non vedenti Braille (1809-1852); gli scrittori Pirandello e Carroll; il compositore Nono; il cantante nero Louis Armstrong; i registi cinematografici Malle e Bunuel e il cantautore Tenco.

La genialità serve a L. per mascherare a volte la sua impreparazione, l'indolenza, la pigrizia. Intuitivo, intelligente, seducente e aggraziato nelle forme, L. sembra fatto per svelare al resto dell'umanità i segreti che solo lui conosce, che una forza occulta, soprannaturale gli ha rivelato.

Giovanni

24/6

Afferri – Barberis – Bitonti – Canziani –Gerace – Giusto – Manganaro – Raguseo - Santi

Significato: Dio ha avuto misericordia; Origine: ebraica; Segno Zodiacale del Leone; Numero portafortuna: 5; Colore: giallo;
Pietra: topazio; Metallo: oro.
Per importanza di diffusione è il secondo tra i nomi maschili e il sesto tra i femminili in Italia. Numerosi sono anche i derivati e i nomi doppi, tra cui Giovannino, Giovanni Maria, Giovannantonio, Giovannico, peculiare della Sardegna; al femminile, Gioanna e Giovannina. Giovanni Battista, o Gian Battista (accorciativo: Giobatta), è un nome unitario, nato dal culto di s. Giovanni Battista, per distinguerlo da s. Giovanni Evangelista. La forma abbreviata Gianni, in uso anche al femminile, è in assoluto la più diffusa, documentata già a partire dal XII secolo, e si presenta anche nelle alterazioni Giannetto, Giannino, Giannello. Tra le varianti, si è affermata anche la forma Ivan, corrispondente slavo di Giovanni, accentrata soprattutto nel Friuli Venezia Giulia. Con questo nome, nella storia si ricordano sei zar di Russia, tra cui il più famoso fu Ivan IV 'il Terribile', vissuto nel Cinquecento. Nella forma italianizzata Ivano è presente per lo più in Toscana e in Emilia Romagna, anche al femminile. L'origine del nome è formato dall'abbreviazione ebraica di Iahweh, che venne adottata in greco come Ioannes e in latino come Ioannis. La diffusione trae origine fin dal cristianesimo dal culto di s. Giovanni Battista, che battezzò Cristo nel Giordano, e di s. Giovanni Evangelista, fratello di Giacomo, l'apostolo prediletto da Cristo. La fama del nome è continuata senza interruzioni anche nel Medioevo: più di cento sono, infatti, i santi e i beati del periodo; il più importante è s. Giacomo Crisostomo, patriarca di Costantinopoli e padre della Chiesa, morto nel 407. Nei periodi successivi vanno ricordati santa Giovanna d'Arco, arsa sul rogo come eretica dagli Inglesi nel 1431 e festeggiata il 30 maggio; s. Giovanni Bosco, fondatore della Congregazione dei Salesiani, morto a Torino nel 1888. Al successo del nome hanno in ogni caso contribuito non solo gli innumerevoli santi e beati, ma anche molti sovrani di stati europei, tra cui si ricorda il re d'Inghilterra Giovanni soprannominato'Senzaterra', successore del fratello Riccardo Cuor di Leone nel 1199, Giovanna I d'Angiò, regina dì Napoli nel Trecento, Giovanna la Pazza, regina di Castiglia nel Cinquecento. Con questo nome si ricordano ancora due re di Francia, otto imperatori bizantini, sei re del Portogallo, il condottiero del Cinquecento Giovanni de'Medici, detto'dalle Bande Nere'e il duca di Borgogna Giovanni'Senza paura'(1371-1419). Ventitrè furono i papi così chiamati, tra cui Giovanni XXIII, detto'il papa buono', che convocò il secondo Concilio ecumenico. Dopo di lui sono due i papi con il nome doppio Giovanni Paolo. Tra i personaggi della storia, vanno ricordati il filosofo del Settecento Vico; lo psicologo svizzero Piaget; il pittore del Settecento Tiepolo; il poeta dell'Ottocento Pascoli; gli scrittori del Novecento Verga, Guareschi e Rodari; ì musicisti del Settecento Bach, Pergolesi e Paisiello; il musicista dell'Ottocento Brahms; il presidente degli Stati Uniti d'America Kennedy, morto nel 1963; gli attori di cinema Gabin, Wayne, Fonda e il regista Ford. Tra i nomi italiani, Giovanni ha la particolarità di avere quattro tipi di abbreviazioni che hanno assunto la valenza di nome proprio: Gianni, Nanni, Vanni e Zani. La sua vita si svolge all'insegna della ricerca dell'assoluto e dunque all'insegna dell'attività frenetica, mai paga, mai domata, mai sazia. Si può sempre andare oltre, aspirare a vette più alte, ambire a valori sempre più puri. Giovanni si interroga senza sosta su tutto ciò che gli accade e lotta ferocemente per trovare una risposta. La sua natura è fatta di pulsioni, di slanci, di mutamenti improvvisi, di contraddizioni. In amore è fugace, fedele alla donna che ama in quel momento ma ansioso di trovarne subito un'altra.