GLI ONOMASTICI DELLA SETTIMANA PER GLI ALLIEVI DEL 19° CORSO

NOME

DATA

ALLIEVI

SIGNIFICATO

Pasquale

17/5

Lauriola

Significato: della Pasqua. Origine: ebraica. Corrispondenze: Segno Zodiacale del Toro. Numero portafortuna: 7. Colore: arancio. Pietra: berillo. Metallo: rame.
E' un nome di matrice cristiana tipico del Sud, molto diffuso anche al femminile. Veniva infatti attribuito ai bambini nati nel giorno di Pasqua. Contiene anche il significato di “passaggio”, perchè il giorno della Resurrezione gli Ebrei festeggiano il passaggio del mar Rosso e quello dell'angelo di lahweh che salvò, segnandone le case con sangue sacro di agnello, i primogeniti ebrei per distinguerli da quelli egiziani, destinati alla morte. L'onomastico ricorda il culto di s. Pasquale Bayilòn, terziario francescano del Cinquecento, patrono dei congressi eucaristici, dei cuochi e dei pasticceri (secondo la tradizione sarebbe l'inventore dello zabaglione). Altri santi riconosciuti dalla Chiesa sono s. Pasquale I papa del IX secolo e s. Pasquale martire di Aversa.

Incline alla meditazione, Pasquale possiede una fervida fantasia. Allegro, vivace, energico, premuroso, Pasquale è il marito e il padre ideale; copre di doni e di servizi la donna che ama, i propri figli e familiari, e gli amici ai quali rivolge sempre una parola benevola.  Se talvolta notate che si estranea, lasciatelo fare, tornerà a voi arricchito e ispirato.

Vittorio

21/5

Castaldo – Conti –

Freda - Terlizzi

Significato: vittorioso. Origine: latina. Corrispondenze: Segno Zodiacale dei Pesci. Numero portafortuna: 6. Colore: verde. Pietra: smeraldo. Metallo: ferro.
E' un nome diffuso in tutta Italia anche nelle sue numerose varianti, tra cui Vittore, Victor, Vittorino, Vittoriano e i nomi doppi Vittorio Emanuele e Vittoria Maria.

Trae la sua origine dal soprannome latino Victor, divenuto nome augurale in età imperiale e ha delle affinità nel significato con Vincenzo: anche quest'ultimo infatti ha una motivazione augurale. Al femminile è anche il nome di numerosissime località dell'ex Impero britannico, così chiamate in onore della regina Vittoria di Inghilterra. In ambienti cristiani la diffusione del nome è sostenuta dal culto di s. Vittore martire a Milano sotto Massimiano, ma è legata in massima parte alla devozione per la casata dei Savoia, che lo ha utilizzato fin dal Cinquecento. Tra i personaggi della famiglia reale si ricordano i tre re Vittorio Emanuele e i tre re di Sardegna Vittorio Amedeo. Altri personaggi famosi furono l'ammiraglio veneziano del Trecento Vittor Pisani; il pittore Vittore Carpaccio (1456 ca-1525 ca); lo scrittore del Settecento Alfieri, lo scrittore francese dell'Ottocento Victor Hugo; l'attore Gassman; l'umorista Metz; il direttore di orchestra Victor de Sabata; il regista e attore Vittorio De Sica. Artista o profeta più che dominatore o conquistatore, Vittorio è animato da un'energia a tutto campo, che non lo lascia riposare un istante, che lo sprona continuamente a fare, costruire, amare, creare. In amore è un amante eccezionale non solo per le infaticabili prodezze ma anche, e soprattutto, per l'inestinguibile generosità, fedeltà, capacità di donarsi all'altro da conquistargli una fama smisurata. Vittorio tuttavia non tradirà mai la donna che ha scelto e che amerà per tutta la vita.