Al nostro 50ennale hanno partecipato anche Leda Tita, vedova del nostro carissimo Antonino Tita, e suo figlio Vincenzo, Maggiore di Fanteria.

Al termine del 50ennale, Leda ha inviato a tutti noi il seguente messaggio

 

 

 

                                  Ciao,

                                         19 Corso,

ho partecipato con gioia e grande emozione al "nostro" raduno per il cinquantennale del vostro ingresso on Accademia.

Ho rincontrato con piacere amici persi di vista da tanti anni, ho associato, finalmente, visi a nomi menzionati tante volte da Antonio ed ho sentito che l'affetto e la stima per mio marito non sono scomparsi con la sua morte.

                                  Grazie,

                                             Leda Elena Tita